Info Servizi CGIL n. 1 2015 - page 3

SEMPLIFICATO?
Si ma solo se vieni al
CAAF CGIL
730
Basti pensare che tra scon-
trini di farmaci, visite medi-
che e fatture per prestazio-
ni sanitarie, nel 2013 sono
stati
oltre 14 milioni
gli
italiani che hanno chiesto
il recupero del 19%, pari a
2 miliardi e 356 milioni di
euro, cioè uno
sconto me-
dio di 166 euro
.
Quindi circa il
90%
dei
contribuenti, se vorrà recu-
perare queste spese, dovrà
modificare la propria di-
chiarazione.
Novità più eclatante:
chi
presta il servizio di assi-
stenza fiscale sarà il diret-
to responsabile anche dei
nuovi dati inseriti nel mo-
dello 730
.
Hai capito bene: il
Caaf
Cgil
è obbligato ad appli-
care il cosiddetto
visto di
conformità "pesante"
at-
testando che i dati inseriti
nella dichiarazione siano
corretti e verificati insieme
al contribuente.
Insomma,
il Caaf Cgil ti
sostituisce in tutto e per
tutto nei rapporti con
l'Agenzia delle Entrate
.
Sono regole nuove e ves-
satorie nei nostri confronti,
ma siamo pronti a conti-
nuare nel ruolo che ci sia-
mo conquistati negli anni:
offrirti assistenza fiscale
SEGUE DA PAGINA 1
IL 730 NONARRIVERÀACASA
ma sarà reperibile solo nel sito dell'A-
genzia dell'Entrate per i soli possessori
del codice PIN individuale.
PER CHI SARÀ DISPONIBILE
non lo sapremo fino al 15 Aprile (in te-
oria circa 20 milioni di persone), data in
cui si potrà accedere al sito dell'Agenzia
delle Entrate e capire l'esatta platea dei
contribuenti interessati.
TEMPO FINO AL 7 LUGLIO
per compilare il tuo modello 730, mentre
fino allo scorso anno la data ultima era
il 31 maggio. I conguagli in busta paga
o nel rateo della pensione rimangono in-
variati nei mesi di luglio/agosto
IL
CAAF CGIL
TI SOSTITUIRÀ
in tutto e per tutto nei rapporti con l'A-
genzia delle Entrate. Una novità del
2015 grazie alla quale potrai dormire
sonni tranquilli.
MANCHERANNO MOLTI DATI
nel tuo 730 precompilato (spese medi-
che, istruzione, detrazioni per ristruttura-
zioni...). Si stima, infatti, che il 90% degli
utenti dovrà mettere mano al modello: la
soluzione?
Rivolgersi al
Caaf Cgil
.
2014
2015
2016
TIPOLOGIA
INTERVENTO
spesa recupero spesa recupero spesa recupero
RECUPERO EDILIZIO
No limite
50%
su max
€ 96.000
No limite
50%
su max
€ 96.000
No limite
36%
su max
€ 48.000
BONUS ARREDI
No limite
50%
su max
€ 10.000
No limite
50%
su max
€ 10.000
Non previsto
TIPOLOGIA
INTERVENTO
spesa recupero
(dal 6 giugno)
spesa recupero spesa recupero
RIQUALIFICAZIONE
ENERGETICA
No limite
65%
su max
€ 153.846,15
No limite
65%
su max
€ 153.846,15
No limite
36%
su max
€ 48.000
INTERV. INVOLUCRO
E PANNELLI
ACQUA CALDA
No limite
65%
su max
€ 92.307,69
No limite
65%
su max
€ 92.307,69
No limite
36%
su max
€ 48.000
SOSTITUZIONE
IMPIANTI
CLIMATIZZAZIONE
No limite
65%
su max
€ 46.153,84
No limite
65%
su max
€ 46.153,84
No limite
36%
su max
€ 48.000
LE NOVITÀ DEL 730/2015: È VERA SEMPLIFICAZIONE?
CASA: VANTAGGI FISCALI
LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER LA CASA.
Ecco le novità introdotte dalla Legge di Stabilità 2015: dalle ristrutturazioni all'acquisto o costruzione di abitazioni concesse in locazione.
nel migliore dei modi pos-
sibili, continuando a restare
a tua disposizione con com-
petenza e professionalità.
C’è il
CAAF CGIL
!
Insomma, possono cambia-
re le norme, le modalità di
compilazione, le regole di
presentazione, quello che
non cambia è
il nostro im-
pegno nei confronti di la-
voratori e pensionati
.
Vieni al
Caaf Cgil
perché
troverai un’assistenza com-
petente e conveniente che
saprà chiarire i tuoi dubbi
e rispondere a tutti i tuoi
adempimenti fiscali.
Ci hanno detto più volte
che il fisco non farà più
paura: certo, ma sicura-
mente non grazie alle loro
riforme!
NUOVO 730
5 COSE DA SAPERE
ATTENZIONE
Caaf Cgil
: una tariffa
conveniente per un
servizio completo
e senza pensieri
NOVITÀ
NOVITÀ
Riconfermati per il 2015 i limiti di spesa e le detrazioni massime per le ristrutturazioni e gli interventi di risparmio energertico, con l'aggiunta di importanti novità.
ACQUISTO O
COSTRUZIONE DI
ABITAZIONI CONCESSE
IN LOCAZIONE
Viene riconosciuta una
deduzione
dal reddito
complessivo pari al
20% delle spese sostenute
(fino ad un massimo di 300.000 euro da ripar-
tire in otto quote annuali) per l’acquisto o la
costruzione di immobili abitativi da destinare
alla locazione (entro sei mesi dall’acquisto o dal
termine dei lavori di costruzione), per una du-
rata complessiva non inferiore a otto anni.
CEDOLARE SECCA
Viene ridotta
dal 15% al 10%
l’aliquota da ap-
plicare sui contratti di locazione a canone con-
cordato relativi ad abitazioni site in comuni con
carenza di disponibilità abitativa o ad alta ten-
sione abitativa individuati dal CIPE con appo-
site delibere.
1,2 4,5,6,7,8
Powered by FlippingBook