Info Servizi CGIL n. 1 2015 - page 6

SERVIZIO
La
dichiarazione di successione
può essere presentata da uno
qualunque degli eredi; è il
passaggio del patrimonio
attivo e
passivo da un soggetto deceduto ad altri soggetti (eredi).
Può essere
testamentaria
o
legittima
se in assenza di
testamento. In entrambi i casi implica
obblighi
di natura
tributaria e giuridica.
QUANDO PRESENTARE LA PRATICA DI SUCCESSIONE
• Quando il defunto possedeva beni immobili (fabbricati e/o terreni).
• Quando il defunto era intestatario o cointestatario di rapporti bancari/postali.
IL SERVIZIO CAAF PER LA SUCCESSIONE
Consulenza generale
in materia di successione e diritti ereditari.
Stesura
e
presentazione
della dichiarazione di successione.
Stesura
e
presentazione
della voltura catastale.
DOCUMENTI NECESSARI
PER LA DICHIARAZIONE DI SUCCESSIONE
• Certificato di morte (anche in fotocopia).
• Autocertificazione eredi (si può fare anche in sede).
• Fotocopia carta d'identità e tessera sanitaria del defunto e di tutti gli eredi.
• Atto notarile di acquisto ed eventuali variazioni inerenti gli immobili
posseduti dal defunto.
• Dichiarazione di sussistenza credito al giorno del decesso rilasciata
dall’Istituto di Credito (Banca o Posta).
• Ultima dichiarazione dei redditi del defunto (730 o UNICO).
• Tessera CGIL dell’anno in corso per gli iscritti.
COSA POSSIAMO FARE PER TE
• Stipulare il contratto di lavoro.
• Comunicare all'INPS l'inizio del rapporto di
lavoro.
• Compilare la dichiarazione sostitutiva
del CUD e la eventuale certificazione per
usufruire, in sede di dichiarazione dei redditi,
della detrazione fiscale per l'assistenza ai
soggetti non autosufficienti.
• Comunicare all'INPS la cessazione del
rapporto di lavoro.
• Compilazione direttamente o tramite
convenzione: buste paga, bollettini MAV
trimestrali relativi ai contributi da versare
all'INPS, calcolo del TFR e lettera di
cessazione del rapporto di lavoro.
QUALI SONO I VANTAGGI
• In caso di assunzione di colf/badanti, il
datore di lavoro ha diritto alla deduzione dei
contributi INPS versati durante l'anno,
calcolata sull'importo massimo di € 1.549,37.
• Chi assume una badante per assistere
un soggetto non autosufficiente e ha un
reddito fino a € 40.000, ha diritto, oltre
alle deduzioni del punto precedente, a
un'ulteriore detrazione fino a € 399. Il diritto
spetta oltre al soggetto invalido, anche
ai parenti ed affini fino al secondo grado,
se il contratto è intestato a loro nome.
• In alcuni territori, è possibile richiedere
per l'assistenza ad anziani invalidi e non
autosufficienti:
1. l'assegno di cura attraverso gli enti
socio-assistenziali;
2. un contributo economico ove previsto dalle
amministrazioni regionali e/o da altri enti.
ATTENZIONE ALLE SANZIONI!
Il datore di lavoro che ospita e/o sfrutta un
lavoratore clandestino rischia l'arresto da sei
mesi a tre anni, un'ammenda di € 3.000 per ogni
lavoratore irregolare e sanzioni fino a
€ 40.000 per un anno di lavoro in nero.
DATORE DI LAVORO
• Carta d'identità e/o passaporto
• Codice fiscale/tessera sanitaria
• Numero di telefono
• Extracomunitari: permesso di soggiorno/carta
di soggiorno per motivi di lavoro, rilasciati dalla
Questura
LAVORATORE
• Passaporto e/o carta d'identità
• Permesso
o
carta
di
soggiorno
(e ricevuta dell'assicurata in caso di rinnovo)
• Codice fiscale/tessera sanitaria
• Indirizzo di residenza in Italia
• Numero di telefono
• Città di residenza all'estero per gli stranieri
successioni
EREDI IN LINEA RETTA
Coniuge, figli, genitori,
figli di figli
ALTRI EREDI
Dal 13/12/2014
solo beni mobili
fino a € 100.000
NO DENUNCIA
.
Presentazione certificato di morte e
atto di notorietà all’istituto di credito
OBBLIGO
. Presentazione
Denuncia di Successione
Dal 13/12/2014
solo beni mobili
superiori a € 100.000
OBBLIGO
. Presentazione
Denuncia di Successione
OBBLIGO
. Presentazione
Denuncia di Successione
Beni immobili
OBBLIGO
. Presentazione
Denuncia di Successione
OBBLIGO
. Presentazione
Denuncia di Successione
Veicoli iscritti al PRA
NO DENUNCIA
.
Voltura a favore degli eredi
NO DENUNCIA
.
Voltura a favore degli eredi
SCADENZE
La dichiarazione deve essere presentata entro un anno
dalla data del decesso e sarà nostra cura inoltrarla agli uffici competenti.
colf
badanti e
UN SERVIZIO COMPETENTE E CONVENIENTE.
Non serve un notaio per la pratica di successione, potete rivolgervi agli sportelli dedicati del CAAF CGIL.
Anche alle colf/badanti sarà riconosciuto il “BONUS FISCALE” di 80 euro
mensili, che per l’anno 2014 ammonta ad un massimo di €. 640,00.
Il recupero di tale somma avverrà con la presentazione della “dichiarazione
dei redditi” (mod. 730 PARTICOLARE / UNICO 2015 – sempre obbligatorio
per il lavoro domestico), che permetterà di ridurre l’importo delle eventuali
tasse da pagare o di recuperare eventuali imposte già pagate.
ATTENZIONE
!
Da noi trovi tutte le informazioni
necessarie: costi del contratto, diritti e
doveri del datore di lavoro e del lavoratore.
Non è necessario
un notaio per
la pratica di
successione
documenti necessari
1,2,3,4,5 7,8
Powered by FlippingBook